Template Joomla scaricato da Joomlashow

  • PDF

Coordinamento, assistenza diretta, interpretazione art.44, commi 3, 4 e 5.

  • Giovedì 05 Febbraio 2004 21:14
  • Scritto da Valter Fascio

Ciao Valter sono un infermiere con incarico di coordinamento ricevuto secondo art. 10 del vecchio contratta con delibera scritta e depositata.

Lavoro in una piccola U.O. con 4 infermieri. compreso me un assistente sociale con incarico di coordinamento  tre medici e un Responsabile U.O.
Vengo alle domande:
La nostra Unità Operativa e aperta tutte le mattine + tre pomeriggi . lun-mer-verd.
-io in qualità di coordinatore sono tenuto a fare i turni pomeridiani.?
devo essere esentato come i vecchi caposala?
oppure posso decidere io se dare la disponibilità ai turni? 
da precisare che al momento io ruoto nei turni insieme ai miei colleghi facendo gli stessi pomeriggi degli infermieri  e percepisco l'indennità di turno art. 44/4.
Cosa ne pensi. A me spetta l'indennità?
Ringrazio anticipatamente per la risposta.

Gent.le I.,
l ’indennità mensile lorda di euro 25,82 prevista dall’art. 44, comma 5 del CCNL Sanità 1995 spetta soltanto agli operatori professionali coordinatori - caposala ed ostetriche, operanti su un solo turno, responsabili dell’organizzazione dell’assistenza infermieristica ed alberghiera dei servizi di diagnosi e cura che operano nei presidi ospedalieri, non cumulabile con le indennità di cui ai commi 3 e 4 (rotazione in servizi operanti su tre turni oppure due turni) ma solo con l'indennità di cui al comma 6 (Da “Gazz. Uff. 7 Novembre 2000”, n. 260 - Accordo sull’interpretazione autentica art. 44 ARAN - Organizzazioni sindacali).
Dunque, le due indennità si escludono. In ogni caso, il caposala non era un turnista, e fino a prova contraria non lo è neppure il coordinatore. Non mi risulta, infatti, che sia stato abrogato quanto venne perfino riconosciuto temporibus illi dal D.M. 13 settembre 1988, art. 3, punto G, qui riportato: "la caposala non deve essere considerata facente parte dell'organico del personale di assistenza diretta date le sue funzioni di coordinamento delle attività del personale infermieristico e ausiliario e di supervisione sulle attività di tirocinio e di formazione a livello dell'unità operativa cui è preposta".
Cordiali saluti.
 
Valter Fascio